Ristrutturazione e riqualificazione energetica di un edificio anni Venti

Lavori di ristrutturazione e riqualificazione di edificio anni venti a Padova

Facciata esterna di un edificio degli anni Venti ristrutturato
Facciata principale dopo la ristrutturazione

L’edificio, composto da due unità abitative, sorge all’interno di un piccolo quartiere sorto nel periodo tra le due guerre, nella fascia di prima urbanizzazione a ridosso delle mura storiche di Padova.

L’obiettivo per il committente era riqualificare energeticamente l’edificio e renderne gli spazi abitativi più in sintonia con i moderni stili di vita e conseguenti esigenze, che contrastavano con le caratteristiche originarie degli spazi interni, e al tempo stesso riqualificarne esteticamente gli esterni.

Internamente sono state allargate e alzate le porte che mettono in comunicazione l’ingresso con la cucina e il soggiorno trasformandole in fori ad arco senza battente, è stata ampliata una stanza sul retro originariamente adibita a ripostiglio, è stato eseguito il rinforzo strutturale di una parte della muratura portante esterna che in alcuni punti era composta solamente da un esile tavolato di mattoni pieni ad una testa.

Sono state completamente rifatte le pavimentazioni del piano terra, è stato eseguito il restauro dell’originale scala interna in graniglia e della ringhiera in ferro battuto.

L’obiettivo più importante però era quello di reinventare l’immagine della casa, dare un volto ad un edificio dall’aspetto anonimo e un po’ dimesso le cui finiture esterne denunciavano pesantemente i segni del tempo.

Veduta di un ambiente interno di un edificio anni Venti durante i lavori di ristrutturazione
Interventi nel locale destinato alla cucina

La soluzione adottata per l’esterno è stata quella di impiegare in abbinamento al cappotto in EPS, di spessore opportunamente calcolato al fine di poter accedere alle detrazioni fiscali, una serie di cornici in polistirolo espanso EPS HD, autoestinguenti, trattate in superficie con resina elastomerica, che le rende resistenti al fuoco e agli agenti atmosferici, applicate al cappotto con comuni collanti per edilizia.

Le cornici sono state poi dipinte con colori lavabili da esterno. Tale accorgimento, unitamente al restauro dei davanzali in cemento ha consentito di ottenere un aspetto simile a quello di un edificio fatto ex novo.

Cornici in EPS - dettaglio
Dettaglio del portoncino di ingresso con la cornice in PVC
Particolare della conrnice di EPS e del portoncino in PVC

Il make up degli esterni è stato completato dalla sostituzione di tutti i serramenti in legno con nuovi serramenti in PVC, dalla sostituzione del vecchio portoncino in legno con un nuovo portoncino blindato in PVC dotato di sopraluce, con il rifacimento di tutte le lattonerie (grondaie, pluviali, scossaline) e con il rifacimento delle sistemazioni esterne, marciapiede e cortile, all’interno del quale è stato ricavato un prato erboso previa sostituzione del vecchio terreno con nuovo terreno vegetale. Il risultato colpisce a vista d’occhio.

Esterni di una casa degli anni Venti prima dell'intervento di ristrutturazione
PRIMA
PRIMA
DOPO
Facciata esterna di un edificio degli anni Venti ristrutturato
DOPO